I RESTI ROMANI DI ARLES

Resti Romani di Arles

Arles

ARLES (Anfiteatro, Teatro, Criptiportici, Foro, Circo, Terme, Necropoli di Alyscamps, Musée de l`Arles et de la Provence Antiques)

L`antica colonia romana di Arelate, fu importante città dell`impero e nel IV secolo d.C. divenne capoluogo della prefettura delle Gallie e anche sede della corte imperiale di Costantino. Nel 1981 i monumenti romani e romanici di Arles sono stati iscritti nell`elenco dei Patrimoni mondiali dell`umanità dell`UNESCO. Numerosissimi e imponenti sono i resti di epoca romana, tra questi i più antichi sono il Teatro Romano (la cavea, composta da 33 file di gradini, poteva accogliere fino a 10000 spettatori), alcuni tratti della cinta muraria (la parte meglio conservata va dalla porta di Augusto alla torre des Mourgues) e il Criptoportico del Foro (gallerie sotterranee che sostenevano il Foro, i criptoportici, sono costituiti da tre gallerie doppie, ognuna larga 3.90 metri con volta a botte, disposte a ferro di cavallo (89 metri di lunghezza per 59 metri di larghezza)) tutti monumenti risalenti al I secolo a.C.. L`imponente Anfiteatro Romano (les Arènes) fu invece edificato nel I secolo d.C., poteva contenere oltre 20.000 spettatori, lungo 136 metri e largo 107 metri, alto 21 metri, l`anfiteatro presenta due ordini di 60 arcate. Scarsi sono invece i resti del Circo Romano (149 d.C.). Risalenti al IV secolo d.C. sono i resti delle Terme di Costantino, costruzione, in mattoni e pietre di calcare, che si articola attorno ad un`abside semicircolare illuminata da tre grandi finestre a tutto sesto, coperta da una grandiosa volta a conca. Sempre del IV secolo è la Necropoli di Alyscamps, situata lungo l`antica via aurelia, è oggi un viale bordeggiato da numerosi sarcofagi.

Nel Musée de l`Arles et de la Provence Antiques sono presentate le collezioni archeologiche della città e del suo territorio, che vanno dal neolitico fino alla fine della tarda antichità. Il museo racchiude alcuni capolavori della statuaria del periodo augusteo, un`eccezionale collezione di sarcofagi e di mosaici e molteplici oggetti di vita quotidiana.
 

 

Strutture nella zona:

Tappe di altri percorsi:

Vuoi essere sempre aggiornato e approfittare delle agevolazioni riservate agli iscritti?
Leggi i vantaggi per chi si iscrive alla nostra newsletter



ho letto e condivido gli accordi iscrizione

Iscrivimi
alla newsletter



Segnala ad un amico



Invia

Bookmark and Share