LE ISOLE DI RIOU A MARSIGLIA

Isole Riou Marsiglia

Marsiglia

Isole di Riou si trovano nella rada di Marsiglia, sono collegate con il continenete da battelli  che partono quotidianamente dal porto vecchio.
Le Isole di Riou nacquero a seguito del riscaldamento terrestre e del conseguente innalzamento delle acque che in epoca preistorica sommersero le vaste pianure che un tempo si trovavano
ai piedi dell`attuale Massiccio di Marseilleveyre.
Oggi le Isole di Riou sono proprietà del Conservatorio del Litorale, sono disabitate  e sono sia un paradiso sia per i gabbiani che per i sub che vi trovano la possibilitàdi effettuarvi una varietà d`immersioni unica al mondo.
Isola di Riou da mare aperto è asoslutamente inavvicinabile data l`asprezza della sua costa, dalla parte del Massiccio di Marseilleveyre invece la costa è più dolce ed offre diversi punti di approdo. Esistono diversi sentieri che consentono l`esplorazione dell`isola che ha il suo punto culminante a circa 100 mt. sopra il livello del mare.
Due isolotti al largo di Riou sono celebri nel mondo intero presso gli appassionati di archeologia sottomarina: Il Piccolo e il Grande Congloué. Qui infatti nel 1952 il comandante Cousteau portò alla luce  il relitto romano più famoso del mondo.  Dove vennero scoperti, oltre ad un carico di anfore da vino, 7000 pezzi di vasellame. Altri relitti furono portati alla luce più tardi e costituiscono un enorme patrimonio sottomarino , ogni anno visitato da migliaia di Subacquei.
L’Isola Jarre si trova proprio di fronte al Massiccio di Marseilleveyre essa costituisce con le sue vicine uno degli ancoraggi foranei più antichi del mediterraneo, usati da oltre 20 secoli. L’isola costituiva con Pomègues e Ratoneau , sue vicine dell’arcipelago di Frioul, il 3° luogo di quarantena per le navi che intendevano approdare a Marsiglia.
L`isola Maïre che si trova all`estermo sud della rada, fu abitata nel neolitico e venne fortificata dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, oggi è disabitata.
Il Planier emerge dal mare a circa 15 km al largo del Vecchio Porto, fu la sede del primo faro nel medioevo e cui ne succedettero ben cinque. Oggi ospita l’opera più alta della costa del Mediterraneo, trovandosi il suo piano focale a circa 68 m al di sopra delle profondità marine.

Strutture nella zona:

Tappe di altri percorsi:

Vuoi essere sempre aggiornato e approfittare delle agevolazioni riservate agli iscritti?
Leggi i vantaggi per chi si iscrive alla nostra newsletter



ho letto e condivido gli accordi iscrizione

Iscrivimi
alla newsletter



Segnala ad un amico



Invia

Bookmark and Share