SANARY, GUIDA SANARY, VACANZA SANARY

Sanary

Guida Sanary: una vacanza unica nella cittadina amata da tanti artisti in esilio, dove la pace e la tranquillità della Provenza e l`azzurro di questo mare splendidio la fanno da padroni

Guida Sanary sur mer: una vacanza tra suggestive atmosfere e incantevoli paesaggi

Qui trovi una  guida a Sanary-sur-Mer che ti aiuta ad organizzare la tua vacanza in questa bella città della Francia: Sanary-sur-Mer (in occitano provenzale: San Nari de Mar ) è una località balneare in Provenza, situata nel Var, a 13 km da Tolone e 49 km da Marsiglia. Il comune  di Sanary-sur-Mer, confina con,  da est a ovest: Six-Fours-les-Plages, Ollioules,le Beausset,  Evenos, Le Castellet e Bandol. Il nome originario della città era in Provenzale Sant  Nazari e poi Sant Nari. In francese venne poi tradotto in Saint-Nazaire, quindi Sanary nel 1890 (dal provenzale Sant Nari), e infine da Sanary-sur-Mer nel 1923. Dipendente originariamente da Ollioules, il Signore del luogo nei primi anni del sedicesimo secolo,  acconsenti a che sorgesse un borgo con il nome di "Sanct Nazari, nelle vicinanze di un antica torre medievale ancora visibile. ntorno alla metà dello stesso secolo, con il porto fu costruito per fornire uno sbocco al commercio  di Ollioules, bisognò dragarlo per consentire l`attracco delle navi. nel 1688, Sanary   fu da re Louis XIV separata da Ollioules. La città conobbe un sviluppo turistico forte  negli anni 1980-1990. Una vacanza a Sanary è una vacanza in un luogo piacevole, tranquillo nell` ovest del Var, pur continuando  a negare il suo riavvicinamento con Tolone, ma tuttavia sviluppando un`indispensabile collaborazione con  Bandol. Assolutamente da vedere a Sanary troviamo alcuni incantevoli luoghi:

  • La Chapelle Notre-Dame-de-Pitié da questa cappella, costruita nel 1560 su una collina, ad ovest della città, si ha una bella vista sulla baia di Sanary, con lo sfondo delle colline di Tolone e della costa fino all`arcipelago delle Embiez, dietro i quali si innalzano le vette del Capo Sicié. È in questa cappella che è stato battezzato Nicolas Vimar.
  • L`Église Saint Nazaire: costruita alla fine del diciannovesimo secolo da Michel Pacha, in sostituzione della vecchia chiesa in stile romanico del XVI secolo, in stile neo-medievale. Si è recentemente  dotata di affreschi bizantini.
  • La torre "Romance" In realtà più recente, stretta tra un gruppo di edifici che la circondano.
  • Il Museo Federico Dumas,  museo dedicato alla archeologia subacquea e la storia delle attrezzature per le immersioni subacquee, in particolare quelle relative ai progressi nel campo delle immersioni. Il museo occupa uno spazio nella torre romana dal 1994 e anche in rue Lauzet-Aîné  dal 2006.

Moltissimi artisit ed intelletuali tedeschi contrari al regime nazista si rifugiarono in questi luoghi: Si stima in circa 500 il numero di tedeschi e austriaci profughi nel  regione tra il 1933 e il 1942, la maggior parte dei quali risiedeva nella città di Bandol, Sanary e Le Lavandou. Dopo la Liberazione  la piccola cittadina di Sanary, fu  soprannominata "Sanary-les-tedeschi", tra questi ricordiamo: Bertolt Brecht, Egon Erwin Kisch, Thomas Mann, Ludwig Marcuse, Joseph Roth, Franz Werfel, Arnold Zweig.

Se vuoi essere sempre informato sulle nostre offerte e vuoi avere diritto agli sconti ed alle agevolazioni riservate ai nostri iscritti, iscriviti tramite il form che trovi  a fondo pagina alla nostra newsletter.

 

Strutture nella zona:

In questa località trovi anche:

  • Spiagge Sanary
  • Museo Fredric Dumas Sanary
  • Iles des Embiez Sanary
  • Porto turistico di Sanary sur Mer

Vuoi essere sempre aggiornato e approfittare delle agevolazioni riservate agli iscritti?
Leggi i vantaggi per chi si iscrive alla nostra newsletter



ho letto e condivido gli accordi iscrizione

Iscrivimi
alla newsletter



Segnala ad un amico



Invia

Bookmark and Share