SAINT TROPEZ, VACANZA SAINT TROPEZ, GUIDA SAINT TROPEZ

Saint Tropez

Guida a Saint Tropez: la tua vacanza in una città di arte, cultura e tradizioni. Un luogo unico al mondo, da scoprire e visitare...Saint Tropez

Guida a Saint Tropez: la vacanza nella mitica località dove è nato il mito di BB...

Una vacanza a Saint Tropez è sempre un`esperienza unica: Il mito di Saint-Tropez fa ancora sognare. Saint-Tropez rimane un luogo d`incontro onbbligato per celebrità, gli amanti del mare, della storia,  dell`arte e della cultura. Tutto questo rende una vacanza a Saint Tropez il sogno di molti.
Una serie di eventi  di qualità e di fama mondiale  punteggiano l`anno e contribuiscono a mantenere viva la leggenda  di Saint-Tropez.  Ma dietro le feste gli eventi, Saint-Tropez rimane un autentico villaggio,  un piccolo porto di pescatori con molte sfaccettature e fascino immutato.  Lasciatevi condurre da una vacanza alla scoperta di Saint-Tropez, i suoi vicoli pittoreschi, il mercato provenzale, dove potrete trovare specialità culinarie e specialità locali che sono l`orgoglio di Saint-Tropez, la sua rocca del  sedicesimo secolo , il famoso Museo della `Annonciade.  La passeggiata mare, le aziende vinicole della penisola ed i villaggi di Ramatuelle e Gassin offorno idee originali  per escursioni. Una vacanza a  Saint-Tropez, un vero e proprio villaggio provenzale, è un`esperienza indimenticabile, in particolare la sua storia legata al mare,  il suo patrimonio e i suoi  luoghi mitici che la hanno resa famosa in tutto il mondo:  il Museo della Annunciazione e la sua magnifica collezione di opere pointillist e post-impressioniste, Place des Lices con i giocatori de boules, la Cittadella ...tutto questo e sprattutto le magnifiche spiagge e  i suggestivi locali notturni che animano le serate di Saint Tropez, rendono la vacanza a Saint Tropez veramente unica.

Guida a Saint Tropez: un po di storia

Saint-Tropez fu abitato in antichità dai Fenici installati a  Marseille. Essi crearono diverse stazioni di ormeggio  lungo il Mediterraneo. Tra questi vi fu anche è stato quello di Athenopolis, che  forse si trovava dove ora sorge  Saint-Tropez. Durante l`invasione della Gallia dai Romani, la città prese il nome di Eraclea.  Durante l`anno 68 dC, il Cavaliere Torpes amministratore della casa di Nerone, fu convertito da San Paolo,  a cui doveva fare la guardia. Torpe dichiarò apertamente la sua fede cristiana durante la festa di Diana a Pisa. L`imperatore lo fece torturare e decapitare.Il suo corpo fu posto su una barca con un gallo e un cane e fu abbandonato  sull`Arno. Le correnti del mar ligure condussero la barca verso la spiaggia di Saint-Tropez, dove è divenne il Santo Patrono. Durante le invasioni barbariche Saint-Tropez fu abbandonata. Nel 972 d.C. Guillaume de Provence  cacciò gli ultimi invasori e la città di Saint-Tropez riprese a vivere. Nel 15 ° secolo, il re René si impegnò a ricostruire e ripopolare la Provenza devastata e spopolata dalle invasioni e dalla peste. Nel 1441, creò per il suo ciambellano, Jean de Cossa, la Baronia di Grimaud.  Si rese conto che il punto debole della regione era il Golfo di St. Tropez, e che a qualsiasi prezzo doveva essere protetto. Il re  affidò questa responsabilità ad un signore italiano, Raffaello Garezzio, che con 21 famiglie genovesi, ricostruì e fortificò la città.  Parte di queste fortificazioni sono ancora presenti nella città vecchia di Saint-Tropez. In cambio della protezione e  tutela della città, il re concesse loro l`esenzione dalle tasse.  Nel 1558 il re concesse loro il diritto di creare un esercito guidato da un capitano della città,  nel 1637 l`esercito mise in fuga dal golfo di Saint-Tropez una flotta di 21 navi spagnole. Questo privilegio fu revocato da Luigi XIV nel 1672, dopo l`installazione a Saint-Tropez di una guarnigione reale  e di una  Cittadella (che oggi ospita il Museo Navale).  Dal sedicesimo secolo, molti marinai e navigatori originari di Saint-Tropez difesero le coste del Regno.
Tra questi i più famosi furono: Pierre-André de Suffren (1729-1788), nominato dal Louis XVI comandante della flotta e il generale  Allard (1785-1839),  nato e morto a Saint-Tropez, convinto sotenitore di Napoleone e aiutante di campo del maresciallo Brune.  Su un piano più aneddotico, si fermò a Saint-Tropez anche  Maria de Médici, nel 1600 e ad essa gli abitanti di Saint-Tropez offrirono in dono un ramo di corallo pescato al largo della Moutte. Nel mese di ottobre 1615, fu il fratello dello Shogun (capo militare del Giappone) e il suo entourage,  che si rifugiò nel porto di Saint-Tropez  per  mettersi al riparo da una tempesta. Durante la rivoluzione, Barras persuadse gli abitanti di Saint Tropez a ridare al villaggio il nome di HERACLEA, siamo nel 1793. Il XIX secolo ha visto crescere in maniera significativa le attività concernenti la Marina, così fu costruita nel 1860  a Saint-Tropez "La Regina degli Angeli", un tre alberi 740-ton che  sarà l`ammiraglia della Marina mercantile. Saint-Tropez è in crescitade è prospero. Nel 1866 fu eretta la statua di Bailli de Suffren sul porto.  Nel 1913, Emile Ollivier, ministro di Napoleone III, venne sepolto nella tomba che aveva costruito sulle rocce a picco  sul mare, aux Salins, proprio di fronte alla zona del castello Moutte. 

Ogni anno, alcune delle più belle pagine della storia di Saint-Tropez dar luogo a magnifiche cerimonie, come les Bravades. Il Bravade il mese di maggio, in particolare, è la comunione di tutta la popolazione nella venerazione del santo patrono  e la celebrazione delle gesta gloriose di armi in difesa del paese di Mori.

Qui trovi una  guida a Saint-Tropez che ti aiuta ad organizzare la tua vacanza in questa bella città della Francia.

Se vuoi essere sempre informato sulle nostre offerte e vuoi avere diritto agli sconti ed alle agevolazioni riservate ai nostri iscritti, iscriviti tramite il form che trovi  a fondo pagina alla nostra newsletter.

Strutture nella zona:

In questa località trovi anche:

Vuoi essere sempre aggiornato e approfittare delle agevolazioni riservate agli iscritti?
Leggi i vantaggi per chi si iscrive alla nostra newsletter



ho letto e condivido gli accordi iscrizione

Iscrivimi
alla newsletter



Segnala ad un amico



Invia

Bookmark and Share